PDF Stampa E-mail

Don BRUNO CROCI
I colori della
vita

Immagini 2008 – 2010

 

6 - 21 novembre 2010

inaugurazione: sabato 6 novembre ore 17.00


La mostra fotografica che apre a Imbersago, nella sede della Fondazione Granata Braghieri, raccoglie un’accurata selezione di scatti fotografici di don Bruno Croci. Le foto, sono state eseguite, nello specifico, negli ultimi due anni da quando don Bruno Croci ha preso possesso della parrocchia SS. Marcellino e Pietro - Imbersago con Cassina Fra Martino.

Questa passione ha una data ben precisa ricorda lo stesso don Bruno “…mi ricordo avevo 9 anni quando il mio papà Ernesto, emigrante, tornato dall’ Uruguay mi portò in regalo una bellissima zeiss a soffietto, potete immaginare la mia gioia, … da allora questa passione mi accompagna nella vita di uomo e sacerdote, a immortalare momenti di sublime bellezza e riflettere sul dono, a noi riservato, dal creatore.

Le immagini aiutano a suscitare emozioni attraverso la contemplazione della bellezza della natura che ci circonda.

 

 

Una bellezza che richiama la Bellezza assoluta che è Dio, il Creatore, che ci ha donato i colori della vita e ci ha raccomandato di conservare la bellezza originaria delle realtà create.

Per questo le immagini sono accompagnate dal Cantico delle Creature che può aiutarci a riflettere e far diventare vita le parole di San Francesco”.

La produzione fotografica di don Bruno Croci è assai ricca di scatti e le sue foto, hanno documentano edizioni di calendari con immagini suggestive a scandire il tempo dei giorni. I calendari, insieme ad un bellissimo libro che documenta la cronistoria della Via Crucis realizzata dagli alpini di Pescate saranno a disposizione di chi vorrà acquistarli.

Le foto in mostra realizzate con un tipo di stampa speciale potranno essere prenotate ed il ricavato andrà a favore della parrocchia e a sgravare gli impegni economici assunti con gli ultimi lavori.

La Fondazione Granata Braghieri  con questa mostra vuole rendere omaggio al proprio Parroco, una persona sensibile alla bellezza dell’arte, e partecipare questa sua passione a quelli che ancora non la conoscono.