PDF Stampa E-mail


Inaugurazione della Fondazione GRANATA – BRAGHIERI

e della raccolta museale di Attilio Granata

Presentazione presso il Comune di Imbersago (LC), Sala Consigliare

sabato 19 maggio 2007 ore 17.00

La Fondazione Attilio Granata - Franco Braghieri nasce per essere punto di riferimento per i giovani a cui poter passare il testimone dei valori dell’Arte nelle sue varie espressioni, intesa come spinta verso la ricerca dell’Armonia, della Tradizione e della Cultura.

 

Interverranno:

 

GIOVANNI GHISLANDI sindaco di Imbersago

DANIELA e ANGELO GRANATA

GIULIO CRISANTI direttore artistico della Fondazione

ore 18.00 via Castelbarco 2, Imbersago (LC)

Inaugurazione  e apertura della mostra

Pentagramma cromatico

di Attilio Granata

19 maggio - 24 giugno 2007

con i Patrocini della Provincia di Lecco, del Comune di Imbersago e del Parco Adda Nord

a cura di Domenico Montalto

La mostra Pentagramma cromatico rappresenta un momento importante della storia di Attilio Granata: è l’occasione per ripensare a un uomo che  ha fatto dell’arte una vera scelta di vita, e per ammirare i suoi dipinti, sempre gelosamente conservati, e raramente mostrati se non nell’ambito a lui congeniale dell’occupazione “ufficiale”, quella di violinista della celebre orchestra della Rai di Milano.

Ricordava Domenico Montalto in occasione della mostra da lui curata alla Mediateca Comunale di Imbersago nel maggio del 2006:

…Nell’ambiente Rai il talento di Granata non era però sconosciuto: vari sono i premi e i riconoscimenti da lui ottenuti nei concorsi d’arte che l’azienda organizzava per i dipendenti, quando in corso Sempione sedevano intellettuali del calibro di Renzo Biason, Luciano Budigna, Leonardo Borgese, Luigi Carluccio. Uomini ai quali non sfuggirono le qualità – artistiche ma anche umane – di Granata, la sua figurazione, la sua ritrattistica, il suo paesaggismo ancorati a una realtà interpretata attraverso il filtro di un sentimento vivo, intimo, accorato, gentile. Una poetica modulata sulla grande lezione formale del naturalismo lombardo…


Nato a Milano nel 1917, Attilio Granata è influenzato dal padre che lo porta con sé  abitualmente a visitare mostre, chiese e musei. Vista la sua attitudine, la passione e le doti artistiche, frequenta il Conservatorio sotto la guida del maestro Poltronieri. Solo più tardi frequenta la Scuola di Disegno al Castello Sforzesco e a 22 anni si diploma al Conservatorio. Il periodo della guerra lo coglie ancora giovane impegnato sul fronte jugoslavo prima e sul fronte francese poi, dove conosce Josette che diventerà in seguito sua moglie. Nel frattempo intrattiene contatti con i pittori Gianni Maimeri di Milano e Frappi di Foligno. Nel marzo del ’44 entra nell’orchestra della Rai di Milano. Nel ’50 riprende lezioni di disegno e pittura. Si iscrive a Brera alla Scuola serale libera del Nudo diretta da Salvadori e la frequenta assiduamente per quattro anni. E’ di quegli anni il sodalizio con i pittori Radino, Meyer e Belotti. Partecipa alle mostre dei dipendenti Rai a Torino, Roma e Milano, vincendo anche alcuni premi. Il suo temperamento schivo e riservato lo induce a non sfruttare le conoscenze che gli potrebbero aprire le porte del mercato. Nel 1977 si ritira in Brianza dove attinge nuova ispirazione per la realizzazione delle sue tele. Muore a Varese nel 1991.

 

Le opere di Attilio Granata saranno visibili in permanenza nella sede della Fondazione.

---------------------------------

ore 21.00 piazza Garibaldi, Imbersago (LC)

omaggio ad Attilio Granata e Franco Braghieri

con il concerto

CELTIC HARP ORCHESTRA

la più grande orchestra stabile di arpe a livello mondiale

____________________________________________________________________________